Il Secolo 21

Approfondimenti, interviste, voci. Per non perdere la bussola.

Archive for dicembre 2009

Il Parlamento italiano e gli stupefacenti. Riflessioni sulla relazione annuale sulle tossicodipendenze. Di Carlos Rafael Esposito

leave a comment »

Ca c'est ne pas un joint

La droga è come la spazzatura: va rimossa. E’ giusto non inquinare l’ambiente fuori, ma soprattutto non inquinare le persone dentro. Con questo magnifico incipit inizia la relazione del Parlamento sulla stato delle tossicodipendenze in Italia nel 2008.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Omicidio allo Zapata: occhio agli sciacalli. Di Salvatore Palidda

leave a comment »

L’uccisione per accoltellamento di un giovane di 17 anni domenica sera davanti o dentro al centro sociale Zapata è senz’altro un fatto orribile e insopportabile ancor più di qualsiasi altra morte perché si tratta dell’uccisione di un giovane. Sicuramente atroce per i familiari e amici, una tale tragedia colpisce anche chi cerca di aiutare i giovani a evitare di scivolare nello scontro per costruirsi qualche possibilità di sopravvivenza pacifica in una congiuntura economica e politica fra le più sfavorevoli ai giovani. Leggi il seguito di questo post »

Written by Il Secolo21

dicembre 22, 2009 at 5:25 pm

SICUREZZA: ISTERIA COLLETTIVA O REALE PREOCCUPAZIONE? INTERVISTA A FRANCESCO SCIDONE ASSESSORE ALLA CITTA’ SICURA DI GENOVA.

leave a comment »

Nell’Italia del XXI secolo gli assessorati alla sicurezza sono spuntati come funghi, ogni comune, anche il più piccolo, sembra aver trovato un nuovo vigore legislativo nelle ordinanze che regolano questa materia. Ma in concreto, che significa amministrare una collettività in nome della sicurezza? Sono giustificate le intromissioni nella sfera privata dei cittadini che vedono sacrificati sempre più spazi di libertà a favore di questa bulimia normativa o si tratta al contrario di un necessario adeguamento dei comportamenti di gruppo a un nuovo rigore morale che genera come risultato un nuovo modello di vita pubblica?

Francesco Scidone

Lo abbiamo chiesto a Francesco Scidone assessore IDV alla città sicura di Genova. Leggi il seguito di questo post »

Written by Il Secolo21

dicembre 21, 2009 at 11:56 am

IL QUALUNQUISMO DELLA VIOLENZA

leave a comment »

Belusconi aggredito. (Foto Repubblica)

Tutta Italia ha visto il volto insanguinato del premier Berlusconi. Berlusconi il cittadino scelto dagli elettori per rappresentare gli interessi del paese e Tartaglia, un cittadino italiano che in un attimo, con un gesto estremo, ha scelto di diventare il simbolo di un discontento generale crescente, punta di iceberg della sofferenza profonda che vive il Belpaese. Leggi il seguito di questo post »

Written by Il Secolo21

dicembre 14, 2009 at 2:54 pm

Vilipendio allo Stato. Quando l’ironia tocca nervi scoperti.

with one comment

I nervi in questura sono scoperti. Le inchieste giudiziarie hanno aperto in molti cittadini un legittimo sospetto. Cosa succede in Via Armando Diaz 2? Quanti poliziotti sono abituali consumatori di cocaina? Cosa è stato fatto per prevenire questa scabrosa situazione? In piazza, nel frattempo, mentre gli studenti manifestano per un’educazione propria di un paese civile, alcuni dei loro slogan, indirizzati alle ultime vicende di cronaca, hanno talmente turbato gli agenti della DIGOS da portarli a comunicare ad un magistrato la notizia di reato: ” Vilipendio allo Stato“. Leggi il seguito di questo post »

Written by Il Secolo21

dicembre 10, 2009 at 2:14 pm

Che succede in Via Armando Diaz 2?

leave a comment »

La questura di Genova è sotto tiro. I riflettori dell’attenzione pubblica sono rivolti al numero 2 di Via Armando Diaz perché negli ultimi anni più di un caso ha portato a livello di dominio pubblico il consumo e traffico di sostanze stupefacenti ad opera di personale in divisa. Personale che ha lavorato nella repressione degli stessi reati che commetteva.

la questura di Via Armando Diaz

Leggi il seguito di questo post »

Written by Il Secolo21

dicembre 7, 2009 at 6:14 pm

Amadou: ” Chiedo il permesso per una vita normale.”

leave a comment »

Amadou nasce nel 1985 e arriva in Italia nel 2007. Come tanti suoi coetanei senegalesi aspettava di trovare in Italia ben’altra vita che quella vissuta in nero che è costretto a vivere grazie alle normative sull’immigrazione vigenti. Il suo racconto ci conduce in una prospettiva inedita, quella di chi percorre i chilometri per vendere le proprie mercanzie, perché è l’unica possibilità che ha per sopravvivere nel Belpaese. Leggi il seguito di questo post »

Written by Il Secolo21

dicembre 4, 2009 at 6:47 pm